Guida contro tassi usura di Equitalia: vi spieghiamo come difendervi

Una guida contro tassi da usura di Equitalia. Ecco, questo articolo ha come obiettivo quello di aiutarvi a mettervi al riparo da possibili ingiustizie messe in atto dallo Stato. Qualcuno potrà chiedersi come ciò sia possibile. Lo Stato non ha forse il dovere di difendere i cittadini? A questo noi rispondiamo che si, è possibile che lo Stato in alcuni casi si riveli ingiusto nei  confronti dei propri stessi cittadini. Come? Attraverso Equitalia. Dagli errori che si verificano per mano di questa Agenzia bisogna escludere il dolo.  Insomma, in teoria non c’è volontà di danneggiare nessuno. Però accade. E spesso. Come difendersi allora?

La guida contro i tassi da usura che qui vi proponiamo è un primo passo per non farsi cogliere impreparati di fronte ad una richiesta di Equitalia. Punto primo: se vi vedete recapitare una cartella di Equitalia assicuratevi che la notifica sia fatta in modo conforme alla legge, cioè consegnata da un ufficiale abilitato, altrimenti ci sono tutti gli elementi per contestarla. Insomma, non basta una semplice raccomandata.

Punto secondo: affidatevi ad un esperto, ad esempio un perito econometrico, per verificare se il tasso di interesse sia equo nei vostri confronti oppure se gli interessi sono sopra alla soglia dell' usura .Potete anche rivolgervi ad associazioni di consumatori oppure a Federitalia che da qualche anno combatte al fianco degli imprenditori contro questa forma di abuso. Può essere utile anche rivolgersi alla Federcontribuenti.
 

Punto terzo: la legge di stabilità del 2013 ha previsto che contro le cartelle pazze inviate da Equitalia il contribuente possa chiederne all’Agenzia stessa la sospensione. Ciò avviene in determinati casi di non esigibilità del credito come un provvedimento di sgravio emesso dall’ente creditore, una sentenza che annulli del tutto o in parte la pretesa dell’ente creditore, pagamento, prescrizione o decadenza del credito, prima della formazione del ruolo.
 

Ogni guida contro i tassi da usura che si rispetti vi metterà in guardia dal fatto che la parola”usura” affiancata allo Stato sia assolutamente da contestare. Invece non si tratta di una cosa così inusuale. Se i tassi di interesse o dimora da versare sono spropositati in maniera evidente si tratta di usura anche se a metterla in atto è lo Stato. A tale scopo possibile appellarsi a quella parte dell’articolo 644 del codice penale secondo cui è punibile chiunque chieda prestazioni di denaro con vantaggi usurai.

 

Contattaci

Per poter valutare con maggiori dettagli la tua situazione ed aiutarti, puoi compilare i seguenti campi e inviare la richiesta di informazioni.